Lumache cibo straordinario

Lumache cibo straordinario
Lumache da gastronomia, lumache al naturale precotte, pate' di lumache, sugo alle lumache. Mica poco!!

venerdì 21 dicembre 2012

"A cena con Lumache e Storione"

"A cena con Lumache e Storione"

Fatto! Ieri sera in 20 amici ci siamo trovati per gustare la fatidica "Cena 0". La serata è scivolata piacevolmente, il cuoco ha valorizzato al meglio sia le lumache che lo storione e considerato quanto è avanzato è possibile affermare che tutto è stato apprezzato. Vecchi e nuovi amici hanno perfezionato la serata e fornito il giusto entusiasmo per affermare che il futuro prevede molti eventi da organizzare.
Prima tappa della serata ovviamente la cucina per ammirare e fotografare i 15 kg di Lumache.
































 Estasiato da tutto questo non ho fotografato lo Storione, ops sarà per la prossima. Correre a tavola è obbligo.  Antipasto con salumi, Storione marinato, lumache in tempura, lumache alla bourguignonne e ...

rinforzato con le succulente lumache al pomodoro con il guscio e qui vengono valorizzate al meglio le Aspersa Muller










Siamo nel Milanese e non si può escludere il famoso risotto giallo che noi abbiniamo volentieri con l'osso buco ma altrettanto buono con le lumache al pomodoro rigorosamente sgusciate
appena il tempo di sorseggiare un gotto di vino che piomba a tavola la nuova portata Storione in umido e Lumache trifolate accompagnate con polenta e purea
la complicità del vinello, le batterie scariche fine delle foto ma il tiramisù, caffe, limoncello casalingo e simpatiche chiacchiere concludono la cena.
L'ottimo proposito di percorrere questa stada si concretizza, un altro piccolo passo è compiuto. Ora è tempo di riflessione e ottima programmazione ma siamo tutti fiduciosi e di questi periodi mica è poco!!

venerdì 14 dicembre 2012

lumache da 365 giorni

La nevicata, auspicata e prevista diventa il momento di aggiornamenti.  Il 3 dicembre ricorre l'aniversario della "prima ricevuta" relativa alla vendita diretta e sono passati di mano ben 1761 Kg di "Lumache da gastronomia" fra Vive e Consenservate. Non sono poche, garantisco e non è stato semplice, migliorare è possibile. Sono soddisfatto. 
L'impegno continua nell'allevamento e la stasi invernale permette di sviluppare nuove idee che si concretizzano nella prima cena a base di "riso, lumache e storione", la prova generale si terrà il 20 Dicembre, è il risultato di nuove collaborazioni ma ne parleremo a pancia piena. E' inutile correre. Il nuovo anno prevede l'arrivo del nuovo "Fiorino a Metano" necessario per le varie esigenze abbassando notevolmente l'impatto inquinante dell'Az. Agr. Chiocciola Tecnologica con uno sforzo economico importante nel micro bilancio economico. Un altro piccolo passo a favore della natura possiamo ritenerlo compiuto. Quale sarà il prossimo? 

mercoledì 5 dicembre 2012

Lumache di Natale

Natale senza Lumache non è festa. Si prevede anche la neve per introdurci nel clima perfetto, unica perplessità è la profezia dei Maya ....
Far conoscere i miei prodotti è la priorità. Fiere e mercatini di Natale è la soluzione del momento e fra le molte possibilità ho individuato le prossime due "chicche" che hanno colpito il mio immaginario e ovviamente ci sarò
 e
Novità interessanti non mancano, stiamo lavorando bene, presto le presento. Ora è prematuro, le varianti in corso sono sempre ben accette per migliorare, non basta allevare " lumache" bisogna commercializzarle al meglio ....

venerdì 16 novembre 2012

Lumache e ancora lumache

Il momento del decidere si è concluso, domani si parte con i lavori in ottica della prossima stagione agricola. Il mio progetto prevede, anzi prevedeva il raddoppio della superficie destinata alle lumache oggi conta 17 gabbie destinate alla riproduzione e per la prossima primavera ne volevo realizzare 24 nuove destinate all'ingrasso. Il cotesto è particolarmente complicato e il saggio consiglia di frenare e così farò, però questo cambio di programma non è indolore perchè trasformare la situazione attuale non sarà facile. Le lumache sono ovunque e gestire i lavori sarà impegnativo, spostare lamiere inserendone di nuove, adattare l'irrigazione e modificare qualche gabbia è la parte facile il complicato sarà in primavera quando le lumache al risveglio dal lungo letargo avranno molta fame e sarà necessario spostarle in modo adeguato per seminare i nuovi ortaggi. Sembra ordinario cambiare i programmi drasticamente e se in poche righe sono riassunti i lavori è presumibile che sia anche semplice. Sbagliato è quasi drammatico la mole di lavoro aggiuntivo che bisogna affrontare con la grande incognita di esserne in grado. Questa modifica sostanziale dei programmi è diventata necessaria in quanto alcune difficoltà iniziali dovevano trovare soluzione costruendo un capannone ma non è stato possibile. Ampliando la produzione servono anche spazi idonei e comodi per le lavorazioni conseguenti, che oggi svolgo in tre spazi differenti lontani fra loro e non gestibile con il raddoppio della produzione, la giornata dura solo 24 ore. Considerata la situazione è opportuno adattarsi ma se i lavori invernali e primaverili hanno successo rimane il tempo per gestire delle nuove piccole colture che vanno ad integrarsi con le lumache che sono e rimarranno la mia primaria attività e passione.

martedì 6 novembre 2012

Pianificazione....

L'estate è finita ufficialmente, è tempo di fiere e mercati per promuovere e vendere qualche quintale delle lumache raccolte. Potrebbe bastare per essere molto impegnati ma è il momento di riflettere e programmare la prossima stagione agricola e programmare l'evoluzione dell'Az. Agr. Chiocciola Tecnologica. Il tempo è terribilmente poco, decidere e sbagliare il meno possibile sarebbe l'ideale ma non dipende solo dalla volontà, i molti fattori esterni sono da considerare, perbacco la benzina è aumentata del 30%, e niente rivoluzione, solo qualche scaramuccia!!! considerando che attraversiamo la crisi economica che cambierà il mondo: i consumi scendono giornalmente, tutti gli indicatori economici precipitano verso nuove frontiere, le stampanti sono impegnatissime a stampare monete con nomi diversi ma sempre debito è!!! La crisi non era decollata per eccesso di debito? Tutto precipita e la benzina sale, non capisco e non voglio adeguarmi. L'aumento della benzina con calo della richiesta è una nuova legge di mercato? Della benzina potrebbe fregarmene poco ma so che è il preludio di aumenti generalizzati e i costi come farò a controllarli? Con questo scenario è obbligatorio rallentare, bloccare le idee e focalizzarsi sul lumachificio che è pronto per espandersi ma se tutto aumenta come riesco ad assorbire i nuovi costi, semplice: aumenta i prezzi direbbe il saggio, bravo ma se tutti i soldi servono per i carburanti chi compra le lumache aumentate almeno del 30%?
Oramai è tempo per le decisioni, diventa indispensabile rivedere il progetto iniziale per adattarlo alla situazione? riflettiamo ancora qualche giorno....
 

venerdì 12 ottobre 2012

Lumache, lumache e poi lumache

Allevare lumache non è semplice come molti raccontano, le difficoltà sono in agguato ogni giorno le soluzioni devono essere efficaci per non perdere il raccolto. questa stagione si è caraterizzata per la mancanza di pioggia richiedendo di adattare lo svolgimento dei lavori progammati per gestire la problematica ma lo abbiamo accantonato nella cartella "imprevisti di percorso" e siamo giunti a raccogliere tante chiocciole. Questo è il lavoro dell'allevatore, con la nuova importante disponibilità di prodotto è indispensabile incrementare le vendite e sviluppare nuove iniziative.

Fiere e mercati agricoli è il giusto sbocco, gli esperimenti delle "Lumache da passeggio", la bancarella "Vendo Lumache" e in ambienti coperti con "Zona Lumache" possono proseguire con gli opportuni correttivi e implementazioni, considerando il discreto successo incontrato nelle diverse manifestazioni e il divertimento personale.
Incredibile ma vero è l'impegno "involontario" che molti prodigano per complicare queste iniziative con richieste che si rivelano addirittura assurde, solo dopo aver perso tanto, tanto tempo tutto termina nel nulla come se non fosse mai richiesto tale certificazione o permesso, assurdo ma dobbiamo considerarlo per il futuro e lo inseriremo nella casella " costi per ignoranza", non è un grande costo economico ma il tempo specato solitamente è tanto e soprattutto è il mio, distogliendo energie per organizzare l'evento a cui si desidera partecipare. Vediamo cosa si riesce a combinare per il futuro!

venerdì 5 ottobre 2012

Mortara 2012

Sagra del salame d'oca

Mica poco esserci! Le previsioni meteo promettevano pioggia, sbagliavano! non tutte infatti abbiano visto anche il sole. Fiduciosi alle 4 ci siamo trovati per portare il necessario e realizzare questo spettacolare banco ...

"FUNGHI"












che funghi !!!













"LUMACHE"


che lumache !!!




poi "LUMACHE DA PASSEGGIO" e "PROSECCO DA PASSEGGIO"















Gli eventi prevedono sempre un grande impegno organizzativo, problemi e soluzioni hanno permesso di realizzare l'idea della "Lumaca e Prosecco da passeggio". E' stata apprezzata da molti. Esperienza devastante fisicamente, con opportune correzioni e implementazioni è possibile riproporla

mercoledì 19 settembre 2012

Lumache da passeggio

Che bizzarra idea !! Era primavera inoltrata, svincolasi nella folla della "Notte Bianca" non era semplice, e li nasce l'idea di proporre un assaggio di Lumache e lo slogan dopo pochi minuti diventa " Lumache da passeggio". Cotte? Come fare? Come prepararle? Fra una leccata di gelato, una sgomitata, una pestata di piede e la buona musica si partorisce "Lumache in Tempura". E si, ottimo fattibile e sono pure buone ma oltre lo slogan "lumache da passeggio" anche il prezzo era fissato in "1€", per la precisione l'esclamazione fù "Un Fiorino". Le idee bizzarre per il mio cervelletto sono fertilizzante, questa non si dissolve, anzi si perfeziona, scatta excel per valutare i costi e non resta che provare sta "Tempura".
Dalle mie parti è semplice pastella, per "Vecchi" l'impanatura dei poveri, per i Giapponesi, arte.
Raduniamo i soliti amici-cavie e gustiamoci una cena a base Lumache fra cui lumache in tempura, piaciono, ovvio fritta è buona anche la suola degli scarponi! 
Pure questa prova è superata si deve affinare qualcosa ma l'idea è fattibile e l'esordio perfetto è il 30 di settembre alla Sagra dell'Oca a Mortara, patria naturale del ottimo Salame d'Oca e non solo. Non è più una bizzarra idea ma un progetto da sviluppare, ogni giorno si fissa un nuovo tassello, si esplorano le problematiche, si trovano soluzioni a tutti gli interrogativi e arriviamo a fare la prova generale venerdì (post precedente), qualcosa da migliorare, qualcosa da semplificare. Siamo pronti. " Lumache da passeggio per tutti ", domenica 30 settembre 2012 ore 9,45 accenderemo la friggitrice fino ad esaurimento delle lumache e proporremo combinazioni di "Lumache in tempura", "Salvia in pastella" e "Porcino impanato" in tre soluzioni da " 1€ ", " 3€ " e " 5€ " e poi... un buon calice di "Prosecco" non mancherà. Non resta che suggerirvi di passare dallo stand di Chiocciola Tecnologica...   

domenica 16 settembre 2012

La frittura

Si può, fare!!! Venerdì il successo era inevitabile "lumache in tempura", "Salvia in pastella" e "Porcino impanato" sono diventtati i protagonisti dell'aperitivo, la frittura è stata apprezzata i prodotti sono eccezionali. Questo aperitivo è il preludio all'esordio di Chiocciola Tecnologica alla sagra dell'Oca a Mortara il 30 di Settembre, festa sicuramente più importante dei prodotti tipici Lomellini in particolare quelli ricavati dall'Oca con particolare riguardo al Salame che è una notevole specialità. nelle precedenti edizioni mancavano le lumache non più, ci sono io oltre la vendita delle Lumache vive e Conservate innaguro le "Lumache da passeggio" sarà possibile gustare tre varianti con protagonista la "Lumaca in Tempura", facile da dire più complicato organizzarsi. La prova generale destinata alla verifica della fattibilità, ottimizzare lo spazio disponibile per gestire così tanta roba non è semplice, siamo riusciti e posizionata i vari tavoli e accessori e finalmente la friggitrice professionale con due vasche da 20 litri d'olio, accensione dieci minuti e l'olio è in temperatura e via di pastella! Dentro le Lumache nella prima vasca, la salvia nella seconda tre minuti e la frittura è perfetta, poi tocca ai porcini impanati e via alternando per gestire le corrette quantità, sale e pepe finalmente si assaggia, si apprezza e si mangia, ottimo, ottimo. Prova riuscita con grande soddisfazione ora ci dedichiamo ai particolari, bisogna perfezionare piccole cose.La frittura del 30 di settembre verrà archiviata sicuramente nelle giornate indimenticabili  

lunedì 10 settembre 2012

La chiocciola

La chiocciola

 L'artista è al lavoro, le assi di Noce prendono forme interessanti, mancano pochi giorni all' appuntamento " La festa dell'Oca" a Mortara il 30 di settembre con il debutto della "lumaca da passeggio" sto finalizzando i dettagli. Impegnativo ma ne parleremo fra qualche giorno. La chiocciola dovrà essere la protagonista, ma quale chiocciola? Esistono migliaia di specie, tutte le lumache con il guscio sono chiocciole a me interessano quelle a scopo alimentare. Nel mio allevamento prevale la chiocciola Aspersa muller (in foto sopra) il pregio è la carne bianca e la dimensione non grandissima, un Kg sono circa 110 gustosi molluschi e il sapore che però è difficile da riportare. 
 
Troviamo anche le pomatia molto grossa 70 pezzi mediamente pesano 1 Kg e la carne è scura , fra queste esiste la variante Aspersa maxima di dimensioni simili alla pomatia ma con i colori del guscio simili alla Muller particolarmente indicata per l'ingrasso con mangimi per la notevole capacità di accrescimento e poi meno difusa nella nostra zona la locorium grandi dimensione e colori scuri del guscio, differenze notevoli non solo nelle dimensioni ma soprattutto nel sapore e consistenza delle carni che deve essere valorizzato dalla ricetta appropriata e tutte possono diventare una delizia per il palato

mercoledì 5 settembre 2012

Pioggia

Finalmente pioggia, dopo tanto "danzare" è arrivata. Sono felici le lumache che finalmente stisciano in largo e in lungo divorando tutto quello che incontano, ci siamo fermati di raccogliere per evitare sconvenienti mortalità in fase di spurgatura, riprenderemo fra un pai di giorni. Il raccolto è abbondante, meglio del prevedibile vista la lunga siccità. Soddisfatto dall'irrigazione ha funzionato, il microclima delle risaie ha fatto il resto anche se provato. Piccolo problema da gestire ora sarà la quantità di malerbe che si difonderanno nei passaggi, un po di tempo pure a loro dedicheremo. Oltre alla parte agricola sto finalizzando il lavoro degli ultimi sei mesi, finalmente ho pubblicato sui siti molte nuove pagine, ne rimangono ancora una ventina in lavorazione ma ora il tempo per il web è proprio poco. Sto organizzando la partecipazione alla Festa dell'Oca del 30 di Settembre a Mortara è molto impegnativa in quando concretizzare delle ottime idee non è mai facile, oltre alla vendita delle"Lumache da gastronomia" vive e conservate innaguriamo le "Lumache da passeggio" un progetto che spacca!! Essere pronti per qualcosa di diverso non è semplice, quelli che appaiono dettagli sono le difficoltà più complicate da gestire. Sarà il primo impegno ufficiale dell'Azienda Agricola Chiocciola Tecnologica, non possiamo sbagliare.
  Non bisogna dimenticare che le lumache sono un alimento straordinario

domenica 26 agosto 2012

Il caldo non si ferma

Che la stagione agricola fosse particolare e complicata si è capito subito, ma così era difficile prevederla in particolare per le lumache, non era proprio pensabile. Sono 90 giorni che non piove decentemente, irrigare è utile ma una bella pioggia è come cento irrigazioni, perciò ho stravolto alcuni lavori usuali per creare il maggior refrigerio possibile alle lumache e ora mi tocca faticare il triplo dopo la prossima pioggia per sistemare il tutto, lavorare con questa canicola non per nulla semplice, molte ore il sole è devastante. Non conta questo, è il lavoro che ho scelto mica posso lamentarmi, però ho iniziato a raccogliere le lumache e gestire i pochi lavori possibili e quando il caldo diventa insopportabile è meglio l'aria condizionata, si soffre meno. Visto il tempo disponibile sottratto al Lumachificio perchè non realizzare nuove pagine Web per i siti? Pensato, fatto! Un po di ricette è giusto inserirle, scrivi, scrivi, e scrivi ecco pronte una trentina di pagine di nuove ricette e così diventano 80 ricette di lumache ne mancano ancora solo una sessantina!Già che siamo al lavoro un piccolo restaling a quelle esistenti, magari aggiungiamo anche la versione scaricabile? Si in PDF, prepara inserisci e finalmente pubblica, non basta . Anche il sito deve avere la sua parte, due nuove sezioni una sulla Lomellina (è la bozza) e una su Vigevano(è la bozza) le due realtà che mi ospitano e ne condivido il destino. Qui il lavoro è molto difficile e lungo, trasformare le idee in pagine Web mica è semplice come dirlo, ordinare idee e materiale per darne una logica e poi caricare il tanto non in formato informatico, però è un lavoretto simpatico al fresco, fra non molto saranno in linea...

lunedì 13 agosto 2012

Cucinare le lumache

Cucinare le lumache

La lumaca per molti è una ghiottoneria contrastando i tanti che la schifano, tutti accumunati da una sana curiosità verso il simpatico animaletto. Molti lo considerano  un cibo indigesto, sbagliato, spesso è cucinata secondo ricette di sapore robusto, è facile abusarne con conseguente digestione molto lenta. La carne di lumaca è un alimento straordinario  è molto ricca di proteine (13,4%), hanno una bassa percentuale di grassi (1,7%) e contiene una ricca varietà di sali minerali (calcio e ferro). Gli aminoacidi che costituiscono la base della carne sono presenti su larga scala e concorrono a una corretta e sana alimentazione. Questo alimento può essere paragonato a un piatto dietetico, è leggero e digeribile. Una dozzina di lumache forniscono solo 80 calorie. Le lumache disponibili per la gastronomia sono di diverse specie, in natura si trovano in prevalenza nelle zone montane o in boschi la "Pomatia" in pianura e zona costiera è difusa l'"Aspersa" nelle zone collinari si trova la "Locorum" e la "Rigatella" nelle diverse varianti al sud e nelle isole, ne consegue che ogni zona ha sviluppato la tradizione culinaria in base alla specie più diffusa. Le carni sono differenti soprattutto nella consistenza di conseguenza i tempi di cottura. Diversa è la situazione commerciale, nel mercato italiano si trovano soprattutto lumache d'importazione provenienti da zone che è diffusa la raccolta in natura sostenibile dal basso costo della manodopera  e da allevamenti specializzati ottenendo una discreta gamma di prodotti apparentemente simili, in particolare quelle di allevamento  si differenziano nel medoto di accrescimento, il ciclo biologico completo diffuso e sostenuto dall' ANE a cui aderisco pure io prevede riproduzione e accrescimento in appositi stabulari seminati con essenze che non servono solo al riparo ma anche al nutrimento delle chiocciole con un tempo di maturazione lungo, ma con il risultato di avere molluschi fragranti e consistenti. Differentemente diversi allevatori italiani e soprattutto esteri prevedono di alimentare le chiocciole con sfarinati di semi vegetali che essendo molto ricchi di proteine permettono di avere in solo quattro mesi il mollusco commercializzabile, mi fermo senza disquisire sulla qualità delle carni in quanto di parte e molto fazioso. Il quadro presentato è importante per capire che le lumache simili hanno carne differente per consistenza, fragranza e dimensione del mollusco. Esiste anche nelle lumache differenze nella qualità e pregio e conseguentemente anche il prezzo è proporzionato. Essendoci molta differenza nei vari molluschi è indispensabile considerarlo quando siamo in cucina a preparare la ricetta preferita in particolar modo il vero baluardo sono i tempi di cottura inevitabilmente differenti.
Avvertenza mai banale è per quelle raccolte in natura di curare meticolosamente la spurgatura, quelle di allevamente mediamente vengono fornite già spurgate.
Prima di passare alla ricetta è necessario esegure la sbavatura e la precottura gia descritta con foto in " Io le preparo così" e finalmente siamo pronti per la nostra ricetta preferita, per chi non ha tempo o vuole evitare queste fasi io commercializzo una vasta gamma di lumache precotte al naturale conservate in salamoia in funzionali barattoli in latta già pronte una volta scolate e lavare a diventare protagoniste della tavola.
Di ricette oramai ne ho raggruppate oltre 150 ne ho pubblicate una parte, le altre prossimante, ho inserito solo ingredienti e passaggi fondamentali tralasciando le cose ovvie per chi cucina e lasciare a voi la particolarità nel creare il piatto i tempi di cottura sono riferiti alla mia produzione, per le lumache di altri ovviamente sono da correggere.
Non ho sperimentato tutte le ricette che sono pubblicate ma alcune hanno offerto ottimi spunti per realizzare gustose cene, personalmente preferico assaggiare proposte nuove o inserire varianti, ma il mio piatto preferito rimane " Risotto con lo zafferano con adagiate le lumache alla catalana sgusciate". La lumaca è un mollusco il sapore è neutro e la parte è edibile è il piede che è muscolo ne deriva che cucinandola assimila molto i sapori in padella consiglio di usare burro di qualità, vino non in "cartone" , gli odori, infatti fiori di garofano, finochietto, magiorana e menta ne rimane facilmente la persistenza nel piatto anche con piccole quantità perciò nei miei piatti è raro che manca una noce di burro buono mezzo bicchiere di Moscato o Prosecco per sfumare il burro ( attenzione che rimangono dolci, correggere con sale e pepe e punta di peperoncino) e poi un pizzico di finocchietto e due chiodi di garofano 

martedì 7 agosto 2012

Operazione SEO

Allevare lumache professionalmente non è semplice come molti raccontano, la parte agricola è complicata e faticosa ma la soddisfazione che ne deriva ripaga ampiamente gli sforzi. E' solo una parte, non bisogna dimenticare la burocrazia che complica le cose semplici e analizzando anche molto profondamente mi è complicato capirne i benefici, "forse" non ci sono neppure, ma tanta carta e tempo induce a trovarne, poi aggiungiamo che non mi accontento di allevare lumache ma le voglio commercializzare direttamente. Ho scelto un canale particolare " La Rete " oltre la tradizionale bancarella " Vendita Lumache " .

Nel web essere presenti è semplice, con pochi rudimenti informatici è possibile crearsi un sito o il blog infatti ci siamo, il lavoro occulto decolla, se oltre ad esserci ci si vuole far individuare nel marasma di milioni di pagine web, la strada inevitabile è farsi trovare dai motori di ricerca che utilizziamo per approfondire i nostri voleri, poi esiste il Web Marketing ed è una professione complicata, ma noi agricoli moderni sappiamo fare tutto. Idea per molti folli e non si usa oramai da sette anni è creare un sito con il nome lunghissimo www.chiocciolatecnologica.it, è semplicemente il mio "brand" ripeto spesso, non ne voglio uno più immediato. Vorremmo sfatare affermazioni del tipo "Peggio di nessun sito c’è solo una miriade di siti"  ed io volutamente ho deciso di tenere in vita digitale, il sito nato per accompagnare la bella storia dei primi passi, per non dimenticare e pure utile, fornisce puntualmente qualche utile passaggio che la memoria aveva archiviato nei meandri dei pensieri, ovviamente dedicarne uno esclusivamente per il punto vendita informatico per la  gestione dell' e_commerce mi è apparso subito indispensabile e poi  questo blog per inserire liberamente quello che mi piace condividere. Quattro meglio di uno per gestire comodamente i contenuti difficili da assemblare nel singolo strumento. Premessa logorroica e indispensabile per introdurre la lotta del PageRank, ho concentrato gli sforzi per il motore di ricerca Google in quanto il più utilizzato. Farsi trovare dai mitici motori di ricerca non è semplicissimo sono mesi di sistematiche piccole operazioni per migliorare. Il primo passo è fatto ci sono! Inizia la fase di ottimizzazione (Search Engine Optimization, SEO, in inglese) si intendono tutte quelle attività finalizzate ad aumentare il volume di traffico (accessi), belle parole!  le pratiche sono molte, apparentemente semplici, con quattro siti che funzionano in modo differente solo quattro volte più complicate. Valutare se le azioni hanno il giusto beneficio è complicato, le tempistiche non sono immediate per le risposte servono settimane se non mesi, siamo pazienti. Cosa ho fatto? Migliorato la struttura dei singoli siti e relativi contenuti migliorandoli al volere dei motori, particolare impegno per "scambiare visite artificiose", esistono siti che offrono il servizio, poi inserimi in directory e classifiche siti; i primi risultati si notano e li ammiro con google analytics, offre molti dati e spunti per le analisi. Comunque il mio preferito è il sistema antico, considero la vendite delle lumache, migliora nel complesso, con spunti dal web e dalle attività classiche ma è il complessivo che è fondamentale, citando un simpatico " nel brodo più roba metti più diventa buono e se poi metti roba buona è pure saporito " chiudo con i numero dei contatti complessivi ricevuti dalla ricerca organica tramite " Google " Gennaio = 265, Febbraio = 388, Marzo = 307, Aprile = 346, Maggio = 528, Giugno = 414, Luglio = 414 (non è un errore, solo coincidenza).

mercoledì 18 luglio 2012

Lumache alla Casumarese

"A fare piatti X di Lumache.
Piglia 20 dozzine di lumache che sieno colte nell'inverno e che nella bocca habbiano il suo coperchio che così coperchiate sono purgate, e che habbiano pasciuto erbe
odorifere, e le migliori sono quelle che si colgano negli spineti.
Poi habbi una pignatta et poneli dentro et che boglino per mez'hora. Poi cavale con un ferro dalla sua casa, e getta le budelle e lavale bene con sale, aceto et acqua rosata a
più lavature.
Poi ponerai a cuocere nella tinella con buono olio et lardo, e pevere, sale, cipolle, porri,
carotte et serali tagliati minuti e falli bollire molto bene per quattro hore.
Dopoi che hanno boglito bene metti quanto che sia hora buon brodo grasso et vin biancho. Poi piglia mandole ambrossine brustolate, canella, gengevro un poco, zaffrano un poco et molena di pan boffetto grosso brustolato mogliato in succo di naranci, e pesta bene ogni cosa insieme, e passa per la stamegna, e metterai sale, pevere et zuccaro poco, poi lo farai cuocere a fuoco lento, e come le lumache seranno cotte ge lo porrai dentro, e ge lo lascerai un pochetto dentro, poi le imbandirai con buon formaggio duro grattato, e seran ottime, e vogliono essere mangiate calde che sono vivanda divinissima."


Da pochi giorni era ufficioso e oggi è apparso nel sito della società sportiva A.S.D. CASUMARO F.C l'annuncio ufficiale: La 38a Festa della Lumaca, in programma dal 28/07all'11/08, prenderà regolarmente il via.
La sagra organizzata dalla società sportiva A.S.D. Casumaro F.C., come oramai da molti anni, si svolge al campo sportivo di Casumano nel bellissimo PalaCasumano, nonostante delle difficoltà legato al terremoto. Per le migliaia di visitatori che nelle passate edizioni ci si sono recati, la festa della lumaca di Casumaro significa tantissime lumache cucinate nei modi più svariati; Brodetto di lumache, Tris alle lumache (tortelli, tagliatelle, penne), Tagliatelle con lumache e funghi, Penne con lumache e gorgonzola, Bigoli al torchio di lumache, alla Borgogna, Crespelle di lumache e funghi, Tris di lumache (Casumarese, fritte, Borgogna), Lumache alla Casumarese, Lumache fritte, Lumache alla Borgogna, Lumache ai funghi con polenta, Lumache con piselli e pancetta, Lumache con tartufo e porcini in letto di polenta, ma non ci saranno solo lumache. Alla sagra della lumaca di Casumaro potrete infatti  trovare anche piatti tipici, piatti al tartufo, filetti, salama da sugo, il tutto accompagnato da una vasta scelta di ottimi vini locali.  
In evidenza la  "Lumache alla Casumarese", una specialità, in origine natalizia, cucinata secondo un`antica ricetta che risale all`epoca estense e che troviamo scritta per la prima volta nel 1611. Dal 1999 Casumaro gode del titolo di "Città della Lumaca" conferitogli dall`Associazione Italiana Elicicoltori. La festa prevede stands gastronomici aperti tutte le sere con specialità a base di lumache, musica, balli mostre e tante altre attività.
In la collaborazione con
Enoteca Il Baret di Colari Leonardo
Via Olindo Malagodi 4/c
44042 Cento Ferrara 
Presso il suo stand alla Festa della Lumaca troverete anche le mie lumache in particolare:

"I PIATTI DELLA FESTA"
Tortelli della sagra
Tagliatelle lumache e funghi
Penne lumache e gorgonzola
Tris alle lumache
Lumache alla casumarese
Lumache fritte
 Lumache alla borgogna
 Lumache ai funghi
 Lumache all'aceto balsamico
 Tris di lumache
Le foto sono prelevate dal sito A.S.D. CUSUMARO FC


sabato 30 giugno 2012

Chiocciola Tecnologica

Che cos' è? Pechè? e molte altre domande sorgono spontane o forse no, sono le risposte che sono complicate da scrivere. Proviamo, partendo dal fatto che Chiocciola tecnologica oggi è l' azienda agricola del sottoscritto costituita nel novemre 2010 per trasformare diverse passioni e capacità in professione, sono partito con l'allevamento delle Lumache dopo una fase sperimentale durata 4 anni, qui deriva la prima parte del nome e l'attuale fonte di sostentamento ed è previsto lo sviluppo di ulteriori prodotti per realizzare un punto vendita anomalo dove trovare carne, ortaggi e frutta autoprodotta ovviamente con spazio per cucinarsi e gustarsi il proprio piatto. Diventare imprenditore agricolo è lo sforzo per riuscire a sviluppare un progetto complesso, che prevede tempi lunghi e le giuste opportunità, attualmente gli sforzi nel cercare le opportunità sono rivolti all'agrienergia vero scopo e passione da sempre. Sono un sostenitore della produzione di energia elettrica localmente e alla diffusione di piccole reti di teleriscaldamento, oggi si produce elettricità con potenti centrali che coinvolgono enormi interessi spesso o meglio quasi mai trasparenti, con una dispersione del 50% dell'energia prodotta per trasportarla verso le utenze con danni ambientali difficilmente quantificabili. La produzione di acqua calda è lasciata all'iniziativa personale se non i rari casi di teleriscaldamento in grande scala ovviamente. Questo è un argomento appassionante e troppo vasto per analizzarlo opportunamente da un microscopico agricoltore. Vivendo sulla terra sono al corrente che il fabisogno energetico a basso costo per sostenere la globalizzazione è enorme e in continuo aumento, indispensabile per sostenere uno sviluppo continuo e garantire l'attuale assetto economico. Infatti stiamo vivendo giorni e mesi difficili e si parla addirittura di recessione, secondo me inevitabile e ingovernabile in quanto i costi dell'energia seguono logiche particolari, con risultati tragici, continuo aumento oso dire fuori controllo e sono convinto che è necessario modificare il modello di gestione dell'energia
L'energia non nasce da un seme ma è presente in natura, bisogna trasformarla con impianti specifici in base alla sorgente da cui si vuole attingere, sole, vento, acqua o prodotti vegetali.
Il costo di produzione dipende dalla tipologia di impianti che si utilizzano e in parte dalla fonte, con il sole si produce per circa 1000 ore all'anno, con il vento dipende dalla zona, in Lomellina non è da prendere in considerazione con l'acqua e i prodotti vegetali è possibile  arrivare alle 8000 ore anno.
Io sono particolarmente favorevole vista la zona e le personali conoscenze al sole e prodotti vegetali in particolare alla biomassa legnosa.
Semplice! Basta installare pannelli fotovoltaici e una caldaia per bruciare la legna... 

venerdì 22 giugno 2012

Solstizio di estate

Il 21 Giugno si deve festeggiare per le 16 ore di luce, banale ma il giorno non sembra terminare, il calare della sera è un miraggio. La Lomellima ci sta regalando la Canicola perfetta, in pochi giorni hanno preso il sopravvento l'afa, le zanzare e i tafani, quasi un inferno Dantesco non si può fare nulla, qualsiasi movimento prevede il grondare di sudore e non solo io soffro le chiocciole sono rintanate e solo dopo l'abbondante innaffiamento si intravvede qualche esemplare in cerca di un simile per accoppiamento, è il momento perfetto non resta che sudare e apettare...

venerdì 8 giugno 2012

lunedì 4 giugno 2012

Le lumache le preparo così.

Una domenica qualunque preludio della settimana con cena, cena, cena a base lumache. Bisogna preparare 10,8 Kg di buone lumache è l'occasione per condividere come le preparo. Armato di fotocamera l'orologio segna le 17, nove sacchetti di " Chiocciola 10"  mi guardano schierati e allinati non resta che iniziare. 

IO LE PREPARO COSI'
Rovescio il sacchetto nel lavello, lavo con acqua fredda, le passo per vedere se qualcuna è morta, si riconoscono in quanto acquose o addirittura il guscio vuoto, qualcuna si risveglia dalla stasi ed eccole
pronte e lavate. Nel frattempo per accelerare il tutto ho preparato tre pentole con cinque litri d'acqua cadauna con un cucchiaio di sale grosso e mezzo bicchiere di aceto da portare a bollitura. Versate le lumache nella pentola in attesa che torni a bollire tolgo la schiuma bianca, è la bava che se ne và 
cinque minuti in bollitura e scolo e l'acqua è molto limacciosa e ripeto ripeto il procedimento 
utilizzando l'acqua della seconda pentola i tempi si velocizzano inoltre le chiocciole sono ancora calde, via ancora un po di schiuma, si scola, l'acqua è meno sporca e
terzo giro in pentola  per gli ultimi cinque minuti di bollitura. La schiuma è poco densa e l'acqua poco limacciosa. La scolatura completa la fase di sbavatura, sono passati circa trenta minuti, io continuo
  Sbavate, le ricette non prevedono i gusci, estraiamo il mollusco con stuzzicadenti, forchetta io uso spesso la punta del coltello agganciare, estrarre, staccare le interiora e guscio con scarti nel pattume, il muscolo lo teniamo.
 

Per completare il processo passiamo alla precottura preparare una pentola d'acqua io aggiungo una cipolla un pezzo di sedano una carota e visto che il prezzemolo in molte ricette è previsto in abbondanza i gambi li taglio e invece di buttarli li butto in pentola, aggiungo cinque chiodi di garofano, altri qualche foglia di alloro.  
Portare in ebollizione, dopo 10 minuti dentro i molluschi e bollitura non esagerata per quaranta minuti, sono l'ideale per avere la carne dalla consistenza perfetta considerando anche le fasi precedenti.
I nostri gustosi molluschi, Helix Aspersa Muller ora tocca al cuoco. 
Sono passate sette ore abbondanti, la schiena urla vendetta le zanzare si sono saziate attaccate alle mie caviglie, gli oltre tre Kg di polpa si separano, il primo con vive proteste visto lo sforzo accompagna il cuoco il resto a raffreddare e dopo dodici ore posa per questa foto 

  

  



venerdì 1 giugno 2012

Tornano a cantare le rane

L' ecosistema del Lumachificio è particolare, da circa dieci giorni le abbondanti raganelle e rane non regalano il loro soave gracchiare, rimane il fruscio del vento perchè? Semplice il recinto di lamiere non è sufficiente a tener fuori messer " Milord", intravisto di sfuggita, un bellissimo esemplare tutto nero. Sono contento del nuovo ospite che non mangia le lumache, così la coppia di topi che ha fatto casa nel recinto e gli piacciono tanto le mie chiocciole ha il suo nemico prediletto, mi dispiace per rane e raganelle che devono stare in guardia .  
Il trasbordo nel nuovo settore

giovedì 31 maggio 2012

Lumache per tutti i gusti

Il lavoro quotidiano del periodo prevede di alleggerire la presenza di lumache dai recinti di riproduzione e trasferirle in quelli d'ingrasso, il Secchio-taxi diventa pratico e fa impressione la vitalità delle chiocciole. Molte sono piccolissime ma a settembre pure loro saranno perfette, l'alimentazione vegetale prevede tempi lunghi per l'accrescimento e non è un difetto ma il pregio per rendere le carni fragranti...  

mercoledì 23 maggio 2012

Sorpresa!!!


Domenica 27 maggio 2012 siamo presenti alla lanca Ayala con stand, lumache e degustazione Patè fino ad esaurimento
Per maggiori info  Tisin Day - II^ edizione 


venerdì 18 maggio 2012